VIOLA DEL PENSIERO

viola del pensiero

Il genere viola fa parte della famiglia delle Violacee e comprende 400 specie originarie dell'Europa, dell'America del Nord e del Sud. Fiore celebratissimo dai poeti , le specie spontanee europee sono conosciute fin dall'antichitÓ per il loro profumo e per le loro virt¨ terapeutiche. Grazie al lavoro di miglioramento varietale fatto dai floricoltori nel corso di secoli, oggi sono disponibili sul mercato centinaia di varietÓ ibride dai fiori coloratissimi. La semina e la coltivazione delle piantine viene fatta dai vivaisti che le pongono sul mercato giÓ in fiore. Il periodo migliore per piantare questi fiori in giardino o in vaso Ŕ quello autunno invernale. Resistono infatti benissimo al freddo e anche le gelate non creano grandi problemi. Le viole del pensiero sono piante rustiche poco esigenti e quindi si adattano a diverse condizioni di terreno. Un buon substrato comunque dovrebbe contenere un 60% di terriccio organico e 40% di materiale inerte come argilla espansa, perlite o sabbia. In ogni caso si deve evitare che il terreno possa trattenere troppo l'acqua dando origine a ristagni. La collocazione delle piante deve essere in pieno sole o a mezz'ombra, in luoghi non troppo ventosi. Adatta a realizzare gruppi fioriti o bordure, Ŕ la pianta ideale per ornare aiole e balconi durante i mesi freddi e fino ad Aprile. Durante la fioritura Ŕ bene concimare ogni 2 settimane con un concimi complessi (N P K) solubili da dare con l'irrigazione. Per quanto riguarda l'acqua va somministrata con regolaritÓ senza creare eccessi nel vaso. Tenuto conto che la coltivazione si svolge per la gran parte nel periodo freddo non vi sono problemi d'insetti, mentre, per evitare le malattie fungine radicali, basterÓ fare attenzione che non si creino eccessi di umiditÓ attorno alla pianta.

viola