ROSMARINO

Descrizione

Il rosmarino (Rosmarinus officinalis) è un arbusto perenne appartenente alla famiglia delle Laminaceae (Labiate). È spontaneo dei paesi mediterranei, ama un clima caldo e cresce bene in pieno sole. Il nome deriva dal latino e significa rugiada del mattino. Dal punto di vista salutistico sembra che il Rosmarino sia un antiossidante, antinfiammatorio, tonico e antisettico. Ricco di tannini sembra favorire l'appetito e la digestione. Usato in tutte le cucine mediterranee il suo utilizzo si è diffuso in tutto il mondo. Ottimo per aromatizzare carne, legumi, patate, è l'aromatizzante di molte ricette tipiche italiane. Lo si puo' coltivare in luogo soleggiato sia in giardino che in vaso.

Coltivazione

Il rosmarino è una pianta originaria del Mediterraneo per cui lo si può coltivare nell’orto, in giardino o in vaso senza grandi problemi. In ogni caso la coltivazione deve essere fatta in pieno sole. Nel caso di coltivazione in contenitore, dato il forte sviluppo del rosmarino si sceglierà di rinvasare le piantine in contenitori sufficientemente ampi e profondi. Il terriccio da impiegare potrà essere costituito dal 70% di terriccio organico e 30% di materiale inerte per favorire lo sgrondo dell’acqua in eccesso. L’irrigazione dovrà essere regolare. Una volta al mese sarà bene apportare una concimazione con fertilizzante ternario solubile sciolto nell’acqua d’irrigazione. Per ottenere piante compatte con germogli freschi e utili ad essere impiegati in cucina è bene cimare spesso i rami.